IL 23 MAGGIO 2020 IL PRIMO APPUNTAMENTO DEI “LABORATORI COLLETTIVI” APERTI A TUTTI

Etichettato come News

Prendono avvio i “Laboratori collettivi”, dei panel con alcuni protagonisti delle diverse professioni del mondo della cultura, dello spettacolo, della comunicazione e del design, che il team di Cantieri Creativi ha pensato di rendere fruibili a tutti (quindi non solo agli studenti iscritti al progetto).

INFO PER GLI STUDENTI

Il primo apputamento aperto a tutti è Sabato 23 maggio 2020 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 sulla pagina facebook del progetto Cantieri Creativi, dove verrà trasmessa la diretta del panel.

Il titolo dell’incontro è Architettura, spettacolo e rigenerazione urbana.

Nel talk, moderato da Emanuele Coen (L’Espresso, Roma), si parlerà dei temi che vedono l’incrocio tra dimensione urbana, architettura e arti dello spettacolo dal vivo e dell’audiovisivo. Partecipano Claudio Bertorelli (AsproStudio, Vicenza), Emanuela Presciani (TTB Teatro Tascabile di Bergamo), Sara Braschi, Sofia Sebastianelli, Maria Rocco (Laboratorio Corviale, Roma), Maura Romano (Melting Pro, Roma), Claudio Gnessi (Ecomuseo Casilino, Roma).

Se siete curiosi di sapere chi sono, cosa fanno e qual è stato il loro percorso formativo e professionale, di seguito delle informazioni.

Emanuele Coen, giornalista e scrittore italiano, è membro della redazione Cultura del settimanale l’Espresso. Ha lavorato nell’ufficio centrale di “SkyTg24” e come caporedattore nell’agenzia di stampa “Apcom”. Negli anni Novanta ha collaborato con “Repubblica”, “Diario della settimana”, “Il manifesto”, “L’ Unità”, “Vogue” e altri giornali. Negli ultimi dieci anni ha scritto per l’inserto “D-la Repubblica delle donne”, “Il Venerdì di Repubblica”.

Claudio Bertorelli si occupa di indagini sulle città complesse e di interventi di rigenerazione urbana e sociale. Nel 2007 ha ideato “Comodamente”, primo festival in Italia andato in scena in soli luoghi dismessi. Nel 2017 è stato invitato come esperto dal Ministro Franceschini a portare la propria esperienza e contributo allo sviluppo della piattaforma nazionale “Futuro Periferie”.

Sofia Sebastianelli, Sara Braschi e Maria Rocco fanno parte dell’equipe territoriale del Laboratorio di Città Corviale, nel quale hanno ideato, sviluppato e gestito percorsi di accompagnamento e animazione sociale del territorio e dei suoi abitanti. Sono tre giovani architette, con dottorati in Studi Urbani presso il Dipartimento di Architettura di Roma dove continuano a occuparsi di ricerca in forma indipendente. Sofia Sebastianelli dal 2013 al 2015 ha fatto parte dello staff dell’Assessorato alla Trasformazione Urbana di Roma Capitale. Sara Braschi ha partecipato a ricerche sul tema dell’abitare informale e si occupa di temi riguardanti la rigenerazione, in particolare nel quadrante di Corviale. Infine Maria Rocco, membro fondatore del collettivo ATI Suffix, ha tra i suoi principali interessi la ricerca verso fenomeni formali e informali di produzione e controllo dello spazio, le questioni di giustizia spaziale e i processi di produzione e innovazione dal basso delle politiche urbane che indaga con strumenti della ricerca-azione, dell’architettura e dell’arte.

Claudio Gnessi, coordinatore del comitato scientifico e responsabile della ricerca sull’arte pubblica urbana, è membro della Rete degli Ecomusei del Lazio ed esperto di formazione e progettazione in ambito culturale. Laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza, Università di Roma, è specializzato nella relazione tra i modelli cognitivi e sistemi di accesso e catalogazione reticolari alla conoscenza.

Maura Romano, esperta di rigenerazione creativa e valorizzazione dei territori, ha un dottorato in Scienze della Comunicazione e Organizzazioni Complesse, iscritta all’Albo Nazionale dei Giornalisti come giornalista pubblicista e membro di diversi board scientifici di innovazione socio-culturale.

Emanuela Presciani dal 2018 è referente dello storico gruppo per il progetto “Teatro: un futuro possibile”, primo caso in Italia di Partenariato speciale pubblico-privato per il recupero e la valorizzazione culturale del monastero del Carmine di Bergamo Alta (XV sec). Ha sviluppato il proprio percorso professionale intrecciando diverse tematiche: dalla progettazione alla gestione, dalla promozione alla comunicazione di attività culturali, in dialogo con enti pubblici e privati, profit e non.

I Laboratori Collettivi sono organizzati da Associazione Mecenate 90, Dipartimento di Architettura Roma Tre e Dams Roma Tre, nell’ambito del progetto Cantieri Creativi, sostenuto dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Vi aspettiamo numerosi e per qualsiasi dubbio o informazione potete contattarci alla nostra mail info@cantieri-creativi.it.