IL PROGETTO

Cantieri Creativi è un programma di tirocinio formativo per studenti e laureandi di Roma Tre, che si svolgerà a Roma tra il 2019 e il 2021, progettato e realizzato dall’Associazione Mecenate 90, in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo e il Dipartimento di Architettura dell’Università Roma Tre.

Il progetto è stato approvato e finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’obiettivo del progetto è quello di accompagnare all’inserimento lavorativo e all’auto-imprenditorialità giovani talenti studenti e laureandi afferenti al Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo e al Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, al Dipartimento di Architettura, al Dipartimento di Studi Umanistici (studenti dei Corsi di studio Lauree Magistrali e studenti dei Master) e al Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre.

Il percorso è rivolto a 100 studenti e laureandi di questi Dipartimenti, che avranno l’opportunità di conoscere più da vicino i mondi professionali, le modalità occupazionali e le opportunità offerte dai nuovi mercati del lavoro, con un particolare riferimento all’autoimprenditorialità, al self marketing e alla scoperta del proprio potenziale creativo.

Per partecipare alla call for application dal 10 dicembre 2019 al 29 febbraio 2020 gli interessati potranno iscriversi e compilare il form. Nel mese di marzo verranno pubblicati gli esiti della selezione alla voce news.

L’aspirazione

ballerini-vecchi

Il sistema produttivo culturale e creativo ha un ruolo strategico poiché rappresenta due filiere che, insieme, generano all’economia italiana oltre 25,8 miliardi di euro. Nel suo complesso Cultura e Creatività producono un valore aggiunto e un’occupazione superiori rispetto a molti altri settori: più di 416.080 addetti, un fatturato di circa 96 miliardi di euro con un’incidenza di imprese giovanili “under 35” superiore a molti altri settori produttivi. C’è un’Italia quindi in grado di parlare al mondo con i suoi talenti giovani, la sua creatività, il suo territorio, la sua bellezza. Capace di affrontare a testa alta le sfide per il futuro a partire dalla crisi climatica, da un’economia più sostenibile e più a misura d’uomo.

Cantieri Creativi è un progetto che vuole formare nuove generazioni di talenti, accrescendone il livello di competenza e consapevolezza rispetto alle opportunità che possono trovare nel campo delle industrie creative (in particolare architettura, desing) e delle imprese culturali (in particolare cinema, audivisivo, performing arts). La competenza e la voglia di accrescere il proprio bagaglio di competenze e conoscenze, oggi più che mai, passa per la capacità di costruire nei giovani fiducia e speranza. Sembra che il Paese non abbia piena coscienza delle proprie potenzialità. L’Italia è una delle nazioni al mondo in cui è maggiore la forbice tra percezione interna, spesso negativa, e percezione esterna positiva e favorevole. Un’Italia che fa l’Italia può invece essere protagonista insieme all’Europa delle grandi questioni aperte che abbiamo di fronte. La cultura è uno dei motori trainanti dell’economia italiana, uno dei fattori che più esaltano la qualità e la competitività del made in Italy.

L’obiettivo

outofthebox

Cantieri Creativi è un progetto formativo non “convenzionale” che vuole attivare connessioni tra giovani creativi, designer, architetti, artisti, esperti del mondo delle imprese culturali e creative, e dei professionisti.

Pensato come un laboratorio formativo, esperienziale, relazionale e learning by doing, sviluppa un percorso fondato sulla complessità e sul dialogo tra discipline diverse, intreccio tra il saper fare e il saper essere.

Dominare la complessità è impossibile, è invece possibile esplorarla e governarla, se la si accetta, la si comprende fino in fondo, rendendola propria. Oggi fare impresa, a qualunque livello, sta diventando sempre più un lavoro creativo. Innovare significa ripensare i processi alimentando il pensiero collettivo. Se si parla di esperienza, di bisogni reali e di innovazione allora misurarsi con questo approccio diventa quasi inevitabile. Fare innovazione per molte aziende è diventato l’unico modo di sopravvivere nel mercato globale.

I Cantieri Creativi hanno come obiettivo accompagnare studenti e laureandi del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo e del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, del Dipartimento di Architettura, del Dipartimento di Studi Umanistici (studenti dei Corsi di studio Lauree Magistrali e studenti dei Master) e del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre a scoprire quali sono le competenze,  le opportunità e le figure professionali che mercati del lavoro, più liquidi e interessati alle filiere delle creatività, offrono e cercano. Un percorso biennale che dialoga con i percorsi formativi istituzionali, ne arricchisce senso e scopo e propone un modello di condivisioni di esperienze e conoscenze circolare senza nessun “spartiacque” tra “chi forma” e “chi è formato”. Un percorso che ha la volontà di rispondere all’esigenza di realizzare un progetto di scambio per agevolare e promuovere una comunità di pratica aperta e orientata allo sviluppo di know-how utile per tutti.

Cantieri Creativi (ri)-parte da saperi empirici, superando parimenti quelle impostazioni dell’offerta formativa fondate sulla promessa del “posto di lavoro”, che non tengono conto del fatto che l’inserimento professionale nel mondo della creatività e della cultura e nel cuore delle imprese culturali e creative si fonda, oggi, su uno scambio intergenerazionale di esperienze, patrimoni, eredità che regolano interazioni multidirezionali, pluri-livello e affatto “meccaniche”, ma che presuppongono stimolo all’autoimprenditorialità dei singoli e “all’intrapresa” collettiva.

Nell’era 4.0 quasi tutte le innovazioni creative, artistiche e culturali derivano dalle progressive approssimazioni collettive, dall’esperienza e dall’immaginazione, dallo spirito di un’epoca digitale. Non sono altro che tappe di un processo senza punti di partenza né punti di arrivo, in cui la creatività è sempre espressione di fantasia (saper immaginare) e concretezza (saper progettare).

Il percorso formativo che Cantieri Creativi propone si fonda dunque su un approccio trasversale ed esperienziale e sull’uso di metodologie didattiche attive che guardano al design, all’architettura, alle arti performative, visive e digitali come cultura e metodo di progetto.
L’obiettivo è lavorare sulla multidisciplinarità e su un’idea di gruppi in apprendimento quale espressione di un genio collettivo caratterizzato da complementarietà, forte motivazione, orientamento verso il compito creativo, pluralità e ibridazione delle esperienze, messa in comune delle risorse.

Il format

format-competenze

Giovani studenti dei Dipartimenti indicati dell’Università degli Studi Roma Tre saranno supportati da tutor, esperti, professionisti e imprenditori dell’industria culturale e creativa in un percorso formativo “ultimo miglio”. Con un approccio originale si creerà un contesto fertile dove ogni giovane possa esprimere la propria creatività, scoprire le proprie inclinazioni, scegliere se seguire un percorso orientato all’inserimento professionale o all’autoimprenditorialità.

autoimprenditorialità
I Cantieri Creativi vogliono essere uno spazio fisico e mentale dove ogni giovane talento si apre al confronto, alla collaborazione con coetanei e professionisti in uno scambio intergenerazionale, attraverso cui scoprire le proprie capacità e accrescere le proprie competenze:

  • nel selfmarketing per imparare ad applicare le tecniche e le strategie per promuoversi offline e online in maniera mirata ed efficace al raggiungimento dei proprio obiettivi professionali (creazione di CV e lettera motivazionale, attitudine alla ricerca e alla candidatura a vacancies; preparazione e gestione di colloqui di lavoro e selezione; etc)
  • nell’entrepreneurship per imparare, con l’affiancamento di uno specialista, a trasformare la propria idea in un progetto concreto, realizzabile, sostenibile, replicabile (ideazione/creazione di del business plan, uso del business model canvas e di altri strumenti tipici del management culturale e dell’innovazione sociale).
150615_SB_DistinctiveBrand

Il percorso formativo sarà completato con incontri di counseling e consulenza orientativa e si concluderà con un calendario di Job Days con speed date, incontri veloci e informali finalizzati a fare matching tra gli “aspiranti giovani lavoratori” e istituzioni, imprese, organizzazioni profit e non profit, studi professionali, startup e imprenditori.

La metodologia usata per i Job Days sarà trasversale, con ospiti e testimonial appartenenti a settori di attività diverse e candidati con un profilo professionale trasversale in base alle esigenze operative di ogni Job Days.

Durante gli speed date ciascuno di essi avrà la possibilità di incontrarsi e conoscersi in maniera informale, senza i vincoli del classico colloquio. Le imprese infatti non disporranno del CV del candidato e l’incontro sarà finalizzato a capire se un determinato profilo professionale può interessare. È dunque importante che l’aspirante lavoratore sia in grado di presentare se stesso in modo chiaro ed efficace.

Gli obiettivi dei Cantieri Creativi sono:

  • Formare alla creatività, alla bellezza e al saper fare italiano, generando valore tra giovani, imprese, società e mercato del lavoro
  • Valorizzare a livello regionale e nazionale la creatività investendo sulla formazione dei giovani
  • Favorire l’accesso ai mercati dell’impresa culturale e creativa, facilitando l’incontro tra i giovani e il mondo delle imprese
  • Esplorare le competenze necessarie alle professioni del futuro
  • Creare connessioni professionali tra i partecipanti

La Road Map

Dal 10 dicembre 2019 al 29 febbraio 2020 è aperta una call a cui possono partecipare studenti e laureandi del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo e del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, del Dipartimento di Architettura, del Dipartimento di Studi Umanistici (studenti dei Corsi di studio Lauree Magistrali e studenti dei Master) e del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre.

Compilando on-line il modulo di partecipazione saranno selezionati da una commissione di esperti 100 candidati sulla base di criteri quali: motivazione, interesse, esperienze pregresse, merito e reddito. Gli studenti selezionati inizieranno un percorso diluito nel corso dei mesi successivi (da marzo 2019 ad aprile 2021) e articolato in fasi.

I contenuti

Il percorso affronterà temi diversi, mettendo al centro, ad esempio, la rigenerazione urbana come un campo in cui si possono dar vita a filiere trasversali che si avvalgono di competenze di architetti, designer, artisti e operatori del teatro e del cinema, per sviluppare progettualità innovative, sostenibili, comunitarie e collaborative, capaci di generare processi di cultura diffusa, di rigenerazione di spazi, di coesione e di inclusione sociale.

L’obiettivo è quello di coinvolgere i giovani su tematiche complesse e intersettoriali che si alimentano di proposte e progetti originali che, attraverso il recupero, il riuso e la riattivazione di spazi fisici, ricuciono relazioni di comunità, generando impatto sociale positivo e creando innovazione sociale a base culturale attraverso forme di partecipazione e aggregazione giovanile, dove il risultato prodotto è migliore per tutti perché frutto di immaginazione e knowhow collettivo.


Il logo Cantieri Creativi è stato realizzato da Maria Chiara Carassiti e Gianluca Gasbarri.