I “LABORATORI COLLETTIVI” SI APRONO AL PUBBLICO

Etichettato come News

Terminata la selezione degli studenti, lo scorso 29 aprile è partita la loro formazione prevista dal progetto Cantieri Creativi, che li accompagnerà in un percorso verso l’inserimento professionale che terminerà a marzo del 2021.
I mesi di lockdown sono stati un’occasione di riflessione per il gruppo di lavoro e di rimodulazione dei format. «Abbiamo trasformato un limite in un’opportunità – ha dichiarato Ledo Prato, Segretario generale di Mecenate 90, l’associazione capofila del progetto –per metterci tutti alla prova. E gli studenti hanno risposto partecipando attivamente ai seminari organizzati. Ed è proprio a partire da questo successo che abbiamo deciso di rendere aperti a tutti, e non solo agli studenti iscritti, alcuni degli incontri organizzati che ospiteranno esperti provenienti dal mondo della cultura e dell’architettura. Animeranno panel e tavole rotonde chiamati “Laboratori collettivi”».

Ledo Prato

Saranno 5 i “Laboratori collettivi” aperti al pubblico, resi fruibili sulla pagina facebook del progetto. Si parte il 23 maggio 2020 (h. 10.00 -13.00) con: Architettura, spettacolo e rigenerazione urbana. Il panel sarà animato da Claudio Bertorelli (AsproStudio, Vicenza), Emanuele Coen (L’Espresso, Roma), Emanuela Presciani (TTB Teatro Tascabile di Bergamo), Sara Braschi, Sofia Sebastianelli, Maria Rocco (Laboratorio Corviale, Roma), Maura Romano (Melting Pro, Roma), Claudio Gnessi (Ecomuseo Casilino, Roma).

I temi dei panel successivi saranno Architettura, spettacolo, spazio pubblico (Sabato 20 giugno 2020 – h. 10.00 – 13.00), Architettura, spettacolo e paesaggio (Sabato 18 luglio 2020 – h. 10.00 – 13.00), Nuovi spazi culturali e Architettura, spettacolo, eventi e festival (a settembre 2020).


Il progetto, promosso e realizzato dall’Associazione Mecenate 90 in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo e il Dipartimento di Architettura di Roma Tre, e finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si svilupperà attraverso un percorso a tappe durante il quale gli studenti conosceranno da vicino il mondo delle nuove professioni, le prospettive occupazionali e le opportunità offerte dai nuovi mercati del lavoro, si prepareranno all’autoimprenditorialità, al selfmarketing, scoprendo il proprio potenziale creativo.
Gli studenti e i laureandi, partecipano a un percorso formativo ‘ultimo miglio’ fondato su un’azione di scouting del mercato per l’individuazione delle imprese e delle istituzioni culturali più innovative, di supporto nella predisposizione di business plan per giovani aspiranti imprenditori, di pre-incubazione di progetti imprenditoriali in ambito creativo e culturale e, infine, di matching tra domanda e offerta di giovani talenti.

«Cantieri Creativi – conclude Prato – nasce con l’obiettivo di esplorare nuovi ambiti di attività per giovani studenti e laureandi per accompagnarli nello sviluppo delle proprie vocazioni e nella ricerca di nuove opportunità professionali. Questa improvvisa e drammatica situazione in cui ci siamo trovati, e che ha colpito tutto il mondo, ci obbliga a guardare più da vicino e con maggiori competenze i cambiamenti che attraversano le città, gli spazi pubblici, l’organizzazione dell’offerta culturale. Serviranno nuove competenze professionali basate su una formazione interdisciplinare. Il progetto rappresenta l’occasione per gli iscritti del Dams e del Dipartimento di Architettura di Roma Tre di interconnettersi e immaginare, accompagnati da esperti, nuove piste per realizzare i propri progetti lavorativi e dare forma alla propria creatività».